Tommy Fleetwood fa pressione su Francesco Molinari in Gara a Dubai

Forse una corsa a Dubai scoppierà dopo tutto. Il vantaggio di Francesco Molinari, di oltre 1 milione di euro rispetto a Tommy Fleetwood, con un solo evento della stagione del Tour europeo, era sembrato inattaccabile fino a venerdì. Per Fleetwood, l’equazione è semplice; deve vincere il DP World Tour Championship e sperare che il suo caro amico finisca peggio di un pareggio a due per il quinto.Francesco Molinari: “Da bambino mi Sportingbet arrabbierei sul campo e spezzerei un club” Leggi di più

Che Fleetwood è fermamente intenzionato a consegnare il suo lato dell’accordo è stato illustrato durante il secondo turno. Un 67 lo ha lasciato nel giro di tre dell’11 ° sotto-guida di Matt Wallace mentre Molinari, in particolare, è scivolato a 73. Il campione Open è otto alla deriva del Wallace inglese a metà strada e in quota 27.L’incisore dell’ordine dei meriti dovrebbe tenere il fuoco; l’inseguitore ha acquisito un momento potenzialmente cruciale.

“Ogni colpo sembra molto importante”, ha detto Fleetwood. “È solo una sensazione completamente diversa rispetto a qualsiasi altra settimana dell’anno. Tutti i tuoi sensi sono un po ‘intensificati e ogni scatto significa un po’ di più perché tutto si riduce a questo. Dal punto di vista dei tornei, 72 buche sono molto tempo ma è un periodo di tempo Sportingbet molto breve che ora ci rimane nel grande schema dell’anno. ”

I problemi di Molinari sono arrivati ​​sulle sei buche di chiusura , che ha giocato in tre sopra.Questo è stato curiosamente frammentario dall’italiano tipicamente inarrestabile. Grandi duelli da golf, puntine veloci e attaccare il giocatore | YouTube classico Per saperne di più

Il tocco positivo di Dubai di Rory McIlroy è continuato grazie al 67 e si è unito a Fleetwood in un pareggio a quattro per il sesto su otto sotto. Patrick Reed, che ha collaborato con McIlroy il secondo giorno, ha firmato per un 66 per passare a nove sotto. McIlroy ha l’abitudine di tirar fuori il meglio dal campione Masters.

“È qualcosa che ho sempre desiderato, essere un giocatore mondiale”, ha detto Reed. “Venire all’estero e vincere un evento qui significherebbe molto. Non ho ancora vinto all’estero. Vincere il finale renderebbe sicuramente il Natale molto migliore. ”

Henrik Stenson, che ha già avuto un successo abbondante a Dubai, potrebbe ancora concludere un travagliato 2018 con un sorriso.Lo svedese, che è stato turbato da un infortunio al tendine del gomito sinistro per tutta la parte chiave di questa Sportingbet promotions stagione, ha subito un piccolo intervento chirurgico dopo aver giocato la sua vittoria in Coppa Europa in Francia. Dopo un 66, che lo ha portato a meno sette in totale, Stenson ha rivelato tutta la sua pena di fitness. Iscriviti a The Recap, la nostra e-mail settimanale di scelte degli editori.

“Mi ha messo dietro otto palle perché non potevo prepararmi adeguatamente per l’Open “, ha detto Stenson. “Sono andato lì e ho suonato ma era in agonia, è stata una settimana difficile.

” Non avrei mai potuto perdere Parigi se avessi avuto l’opportunità di andare. È qualcosa che sogni e non è stato per niente quando siamo arrivati ​​lì. Erano ricordi per tutta la vita.Ho suonato con gli anti-infiammatori, è stato piuttosto scomodo al mattino e durante i primi turni di prove. Ma quando giochi in una Ryder Cup, puoi affrontare un po ‘di dolore e farcela. ”Facebook Twitter Pinterest Henrik Stenson con il suo nuovo caddy Scott Vail. Fotografia: Karim Sahib / AFP / Getty Images

Stenson ha confermato che lui e il suo caddy di lunga data Gareth Lord hanno “preso una pausa” con Scott Vail, precedentemente sulla borsa di Brandt Snedeker, in servizio qui. Stenson e Lord si sono uniti per vincere più eventi, tra cui FedEx Cup e Open.

“Siamo buoni amici, abbiamo fatto una corsa incredibile, siamo stati insieme per quasi sei anni”, ha detto Stenson. “Non pensavamo di stare bene insieme come in passato.Abbiamo perso un po ‘il tocco d’oro e abbiamo pensato che sarebbe stato bello fare qualcosa di diverso.

“Ne abbiamo parlato, entrambi volevamo andare alla Ryder Cup. Questo sarebbe stato il nostro ultimo evento ma ero ferito e non ero sicuro di poter tornare indietro e Gareth ha avuto un problema alla spalla per due anni. Entrambi abbiamo dovuto andare in officina, ha appena fatto un intervento chirurgico alla spalla e sarà comunque fuori per un paio di mesi.

“Abbiamo deciso di fare un po ‘di pausa, siamo grandi amici e non ci sono ponti bruciati. Potremmo tornare là fuori insieme in futuro. Anche Scott e Gareth sono buoni amici, quindi lo teniamo nella stessa cerchia. “