Paul Hanagan licenziato come pilota No1 al famoso proprietario Hamdan al-Maktoum

Hanagan ha cavalcato sette vincitori del Gruppo One per Sheikh Hamdan da quando ha sostituito Richard Hills nelle famose sete blu e bianche nel 2012. Taghrooda gli ha regalato il suo primo successo British Classic negli Oaks nel 2014 e ha preso il Re George VI & amp; Queen Elizabeth Stakes ad Ascot il mese seguente.Ha anche completato un triplo livello nel Gruppo 1 a bordo di Muhaarar nel 2015, con vittorie tra cui la Coppa di luglio a Newmarket e il campione Sprint Stakes ad Ascot in ottobre.

Tuttavia, ha lottato per i vincitori per Sheikh Hamdan l’anno, con 51 vittorie per il proprietario da 299 giri, e ha estratto un vuoto dalle sue ultime due corse per lui a Wolverhampton il venerdì.

“Vorrei ringraziare Sheikh Hamdan per avermi dato l’opportunità di cavalcare alcuni cavalli molto speciali, sia in Europa che a Dubai negli ultimi cinque anni “, ha detto Hanagan. “Sheikh Hamdan è un vero gentiluomo, è stato un privilegio guidare per lui e vorrei augurare a lui e al team di Shadwell [Stud] ogni successo in futuro.

” Sono deluso dal fatto che la nostra collaborazione è giunta al termine, ma devo mettere queste cose in prospettiva, in particolare in questo momento in cui il mio caro amico Freddy Tylicki ha subito ferite che cambiano la vita [in una caduta a Kempton la scorsa settimana].Sono sicuro che parlo per tutti quando dico che tutti preghiamo per lui.

“Per fortuna, sono ancora in forma e in salute e mi sto godendo il mio modo di cavalcare più che mai. E ‘troppo presto per dire quali sono i miei piani per il futuro, ma continuerò a lavorare duro come sempre e non vedo l’ora di affrontare le nuove sfide che ci attendono. “

La speculazione in Newmarket è collegata James Doyle, fino a poco tempo fa il principale corridore per l’allenatore di Godolphin Saeed bin-Suroor, come successore ma Angus Gold, il direttore sportivo di Sheikh Hamdan, ha detto venerdì che non ci sarà alcuna mossa immediata per nominare un sostituto di Hanagan.

“Ad essere onesti, non abbiamo ancora avuto la possibilità di discuterne correttamente”, ha detto Gold. “Sono sicuro che ogni volta che vedrò Sheikh Hamdan, sarà discusso.