La nuova direzione di Robert Howley lascia i linchpins della Coppa del Mondo lasciati alle spalle

Il Galles non è un padrone del travestimento, ma sta vendendo un profondo cambiamento nell’enfasi nella loro selezione per la squadra che dovrà affrontare l’Argentina a Cardiff sabato come una mossa difensiva è sotterfugio.

Hanno concesso 26 tentativi in i loro ultimi cinque test, che hanno tutti portato alla sconfitta, e il loro prevedibile gioco d’attacco non è stato in grado di compensare. Abbandonando il centro Jamie Roberts e il flanker Dan Lydiate, due giocatori che sono stati protagonisti del gioco di potere del Galles che li ha portati alla semifinale della Coppa del Mondo nel 2011 e un grande slam cinque mesi dopo, l’allenatore provvisorio del Galles, Robert Howley, per Warren Gatland, ha preso un significativo cambiamento di direzione.

Lo stile del Galles divenne noto come Warrenball, un termine peggiorativo che sentivano essere semplicistico.Roberts, un centrocampista imponente con l’altezza e il peso di una seconda fila non troppi anni fa, è stato centrale in questo, infilandosi sulla linea di rigore e tirando fuori i difensori. Non c’era sottigliezza e desiderio di sbloccare la sua abilità creativa perché ha funzionato, almeno contro le squadre europee.

I quarti di finale della Coppa del Mondo 2011 contro l’Irlanda a Wellington hanno dimostrato quanto fossero fondamentali Roberts e Lydiate per la strategia il primo correva linee diritte, facendo progressi particolari dalla cima della palla fuori linea quando era in grado di entrare nella sua falcata, e quest’ultimo affronta in basso i portatori di palla e li abbatte prima che possano fare terreno.

La forza di Lydiate è vista più come una debolezza ora con i lati più pronti a scaricare.La difesa è il suo forte, piuttosto che il possesso palla e il passaggio, e mentre il Galles cerca giocatori multidimensionali mentre il gioco internazionale accelera e rallenta la palla dell’opposizione nel crollo diventa più pericoloso, lui e Roberts, dopo aver fatto tutto ciò che è stato chiesto e previsto di loro, sono vittime dell’evoluzione.

Mentre Howley ha indicato il primo tempo contro l’Australia sabato scorso, quando il Galles aveva poca palla e ancora meno territorio, come l’innesco del cambiamento, ma gli eventi a Chicago poche ore in seguito ebbe anche un’influenza.L’Irlanda ha sconfitto la Nuova Zelanda per la prima volta portando il gioco a loro piuttosto che cercando di ridimensionarli e indicare la strada per i Lions l’anno prossimo, in netto contrasto con il modo in cui i turisti hanno vinto la serie in Australia nel 2013, l’acme di Warrenball. / p>

Sostituendo Roberts con Scott Williams, partito a 13 contro l’Australia in assenza di Jonathan Davies, che è di nuovo in forma, il Galles perderà poco in difesa, ma avrà un centrocampista con un tocco più morbido in attacco .Il cambiamento porrà domande alla metà esterna di Dan Biggar, che con Roberts al di fuori di lui raramente ha attaccato la linea, ma è rimasto più in profondità e quando non ha calciato la palla, lo ha dato a Roberts o un attaccante per caricare. Grig Laidlaw avverte la Scozia di non concentrarsi su come ottenere vendetta su Wallabies Per saperne di più

Se il gioco d’attacco del Galles è quello di fiorire, Biggar ha bisogno di offrire più di una minaccia in esecuzione e tenere un difensore o due.Howley ha apportato altre modifiche con Liam Williams che è rientrato in fascia piuttosto che a terzino da dove ha contrattaccato in modo così produttivo nel primo test contro la Nuova Zelanda lo scorso giugno, Sam Warburton in sostituzione di Lydiate per dare due flankers al fianco del Galles contro il Galles gli avversari che corrono rischi nella propria metà campo, e Tomas Francis corre con la palla più vicino a Samson Lee.

Howley ha detto che si trattava di una squadra per l’Argentina, il che implica un passo indietro la fine del mese in cui il Sudafrica si trova a Cardiff, ma si tratta anche di mantenere il vantaggio fisico che il Galles ha avuto negli ultimi otto anni, aggiungendo allo stesso tempo.Ciò non significa che il Galles cercherà di affrontare l’Argentina nel proprio gioco, ma cogli l’attimo giocando ciò che è di fronte a loro.

Il ritorno di Warburton, insieme a quello della seconda fila Alun Wyn Jones, aggiungerà alla leadership del lato che mancava tanto una settimana fa.Mentre il gioco scivolava via da loro e poco funzionava, i giocatori avevano bisogno del rifugio dello spogliatoio nell’intervallo per capire come risolvere i problemi.

L’Argentina dovrebbe cercare di ottenere l’inaspettato contro un lato che non vive del suo ingegno, ma sono sposati allo stile libero introdotto dal loro allenatore, Daniel Hourcade tre anni fa.

Ha portato loro successi notevoli, non ultimo il quarto di Coppa del Mondo -finale vittoria sull’Irlanda a Cardiff l’anno scorso, ma è costata loro.

Hanno perso contro l’Australia in semifinale dopo essere stati presi troppo spesso in possesso nella loro metà campo intercettato, un fallimento che li ha costati contro i Wallabies il mese scorso a Twickenham. “Siamo in grado di giocare ovunque sul campo, ma stiamo prendendo alcune decisioni sbagliate”, ha detto Hourcade. “Questo è dovuto alla mancanza di esperienza, ma preferisco avere questo tipo di errori.E ‘solo una questione di tempo prima di fare le cose nel modo giusto. “Il Galles vorrebbe dire lo stesso.