La Gran Bretagna vince l’oro olimpico nei quattro uomini con un’esposizione dominante

Se la misteriosa entità conosciuta come eredità olimpica esiste, probabilmente si annida nei cannoni di una barca a remi britannica. Per essere precisi, i quattro uomini britannici. Dal momento che Sir Steve Redgrave ha messo il tocco finale sulla sua luminosa carriera con questo evento nel 2000, nessuno tranne i piedi inglesi ha montato la cima del podio.

Quel filo d’oro è rimasto intatto qui come Alex Gregory, Constantine Louloudis, George Nash e Mo Sbihi hanno remato “la corsa perfetta” e hanno fatto la storia del canottaggio olimpico. La Gran Bretagna è il primo paese a vincere cinque titoli olimpici consecutivi nei quattro uomini, battendo il record gestito dalla Germania dell’Est tra il 1968 e il 1980, e dalla Gran Bretagna stessa tra il 1908 e il 1932.

“Ci siamo solo chiesti, “Ha detto Gregory, che siede a prua e ne sa qualcosa – era nei quattro che hanno vinto nel 2012.Nash l’ha definito “epico, epico”. Per Louloudis – che, come quattro volte vincitore della Boat Race, può apprezzare una feroce rivalità – c’è stato un “extra senso di soddisfazione” nel vedere una squadra australiana che sono i loro buoni amici e gli stretti rivali.

La gara era stata soprannominata Ashes on the water dopo che l’Australia si era qualificata per la finale con tempi più rapidi, senza mai incontrarli testa a testa. La Gran Bretagna ha avuto la fuga migliore, ma l’Australia, a fianco della corsia 4, li ha inseguiti furiosamente.Dopo 500 metri, gli australiani erano 0,83 secondi indietro; a metà strada avevano ridotto il gap a 0,22, i numeri sulla parte anteriore delle due barche svolazzavano in tandem.

“Sapevamo che dovevamo andare forte per contrastare gli australiani nei primi 1.000 metri, “Ha detto Sbihi, un gigante gentile di 6 piedi e 6 pollici che è il motore della squadra,” e hanno continuato a sfidare, a sfidare, a sfidare, ma abbiamo continuato a rispondere. “La strategia della semifinale della Gran Bretagna – avevano rallentato intenzionalmente una volta in vantaggio, così nessuno avrebbe saputo cosa avrebbero dovuto dare di più – cominciò a sembrare un tipo intelligente.

Sbihi fu l’unico uomo che riuscì a tenere gli occhi sulla barca rivale mentre si avvicinava.Louloudis – il colpo che ha una laurea in classici e un nonno che era un visconte – ha detto di essersi ispirato alla concentrazione di Michael Phelps in piscina. “Tu vuoi essere quel ragazzo che è totalmente concentrato”, ha detto.

“Non puoi fare a meno di notare quando c’è un altro equipaggio, ma per avere la tua migliore fila devi essere totalmente concentrato su i tuoi processi interni. È molto allettante guardare fuori, ma abbiamo fatto un ottimo lavoro concentrandoci sul feedback che Mo ci dava. “

La barca inglese era piena di esperienza e di muscoli – Sbihi quattro anni fa e Louloudis remò insieme negli otto uomini, vincendo medaglie di bronzo, mentre Nash aveva un bronzo dalla coppia maschile.E naturalmente c’era Gregory, che mantiene la tradizione di 16 anni secondo cui i quattro uomini contengono sempre un membro della precedente barca vincente alle Olimpiadi.

Tuttavia, il 32enne non lo ha necessariamente visto come un vantaggio. “Non sapevo cosa stava succedendo da quattro anni”, ha detto quando gli è stato chiesto di confrontare le due file. “Questo sapevo cosa stava arrivando e seduto su quella linea di partenza, oh, è orribile – quelle ore al mattino sono tortuose.”

Durante la gara era molto meno nervoso. “Avevo questo senso di sicurezza, questa sensazione che stavamo solo aspettando di muoverci. Questa è la cosa che costruisci in oltre un anno di gare insieme: questo senso di conoscenza e fiducia reciproca e sapere cosa possono fare.Quindi ero seduto lì a godermelo. “

Il godimento non è una parola molto usata in uno sport in cui allenamento e gare tipicamente lasciano senza fiato gli atleti.E per il centenario allenatore della Gran Bretagna, Jürgen Grobler, che ora può rivendicare più medaglie d’oro olimpiche rispetto a diverse nazioni insulari, questa sarà un’ulteriore conferma dei famigerati campi infernali in cui mette i suoi atleti (Gregory ha ammesso che il vomito è ora fa solo parte del suo lavoro di giorno).

Il tedesco si concesse un sorriso mentre i suoi atleti lo incontravano sul pontone, ma non era pronto a dedicarsi a nessun discorso di storia. “Non conti quelli in passato,” disse, in modo tipicamente severo. “Guardi sempre al prossimo.”

L’oro degli uomini era arrivato entro un quarto d’ora di Heather Stanning e la vittoria di Helen Glover nella coppia femminile, e il sole aveva finalmente iniziato ad emergere dopo una mattinata di pioggia battente e di emozioni contrastanti a Lagoa.

Paul e Gary Donovan, fratelli di Skibbereen, hanno conquistato la prima medaglia di canottaggio irlandese nei doppi manganelli leggeri degli uomini, sfidando una feroce sfida dalla Norvegia e dal Sud Africa a prendi un eroico argento.I fratelli Donovan sono stati pieni di arguzia veloce questa settimana, e qui non era diverso. Chiesto di commentare il loro atto storico, il fratello minore Paul ha detto: “Suppongo che sia difficile sapere cosa significa”, ha detto Paul, “perché non è mai stato fatto da nessuno prima”.

Ma era un giornata cupa per l’irlandese del nord Alan Campbell, che ha rappresentato la Gran Bretagna in quattro Olimpiadi consecutive. Non è riuscito a qualificarsi per la finale dei singoli piloti maschili, cadendo dal ritmo finì quarto nella sua semifinale, nonostante fosse al secondo posto a metà strada.

Per quanto riguarda i quattro uomini, hanno dovuto rimandare le celebrazioni fino a quando non hanno scoperto se erano necessarie come pezzi di ricambio per le gare del giorno successivo.Una volta dato il tutto chiaro, Nash ha detto che pianificava “alcuni caipirinha seguiti da alcune birre e probabilmente alcune celebrazioni piuttosto turbolenti”, aggiungendo: “Seguito da un altro giorno di quello, e un altro giorno di quello. Questo è il mio piano di gioco. “Olimpiadi di Rio 2016: Glover e Stanning vincono l’oro, Ennis-Hill inizia l’eptathlon – dal vivo! Maggiori informazioniHelen Glover e Heather Stanning mantengono il titolo di coppia senza sponde olimpica Ulteriori informazioni