Kristýna Plíšková: Ho vent’anni, posso avere successo come Karolína

Le forbici tra i gemelli di tennis stanno iniziando a chiudersi. Grazie ad un finale di successo della stagione ha saltato posto sessantesimo ambientale mancino Kristyna Pliskova nella classifica WTA, e dovrebbe essere solo l’inizio. Il prossimo anno, un obiettivo di cui penetrazione nella top 20 ed è fermamente convinto che non v’è alcun motivo per non emulare il successo Carolina, finalista US Open.

Gli ultimi quattro anni accampato Nella regione classifiche centesimi e non sarebbero da questa sfera. Dopo l’US Open, tuttavia, Kristýna Plíšková (24 anni) ha vissuto il miglior periodo di carriera con il primo titolo WTA.Ha vinto 17 delle 20 partite e, infine, il suo respirare meglio.

Miss, di cui è stato detto di avere più debole psiche rispetto alla più famosa sorella una volta ha vinto třísetové sue partite e estremità strette. “Credo di aver capito come giocare”, sorride.

anno 2016 si è concluso con 42 duelli vittoriosi e tre gradi, che è quasi un equilibrio specchio Carolina (44 vittorie, 2 titoli). Certo, l’hanno raggiunto in varie sfere del mondo del tennis, ma Christina è già all’ultimo piano. Ed è tutto per la prossima stagione.

“Mi sono allenato da molto tempo, a Sparta sono stato sicuramente il primo a prepararmi. Sono passate sei settimane “, dice. lui potrebbe sollevarsi.Ha calmato

E ‘il vostro più lungo e la preparazione più difficile?
“Ecco come ho nemakala la mia forma fisica mi ha risparmiato affatto. Quante volte ti dico che non posso nemmeno trarne beneficio. Ma dice: Si può fare, è “

La tua croce distanza è Ales Parez, che si preoccupa di giocatori di hockey e campioni Liberec!. Ce l’hai grazie alle sue connessioni, hockey?
“Boyfriend (Dominik Volek, il figlio dell’ex giocatore NHL David Volk) gioca hockey, il padre e lo zio sono anche da hockey, così mi è stato diretto da lui. E ora arrivo nel corpo. Sono molto in palestra, avevo bisogno di prenderlo, quindi mi sto allenando con i pesi. L’allenatore vuole che io sia più veloce, più esplosivo. A volte urlo che non lo farò.Ho davvero un sacco di morso “

Il duro lavoro, ma deve sopportare meglio quando la fine dell’anno così tanto successo, non è vero?
” E ‘tutto perché siamo meglio è. Di solito inseguo punti fino all’ultimo momento per arrivare alla competizione principale in Australia. Ora sono tranquillo, potrei chiudere la stagione relativamente presto, fare una pausa e prepararmi bene. La motivazione è grande. E soprattutto le riserve sono dappertutto, il che è positivo. Quando ricordo i miei giochi quest’anno, ero così felice con quello “.