Deodoro runt di rifiuti di luoghi olimpici come Unibet perde la vista della sua visione

Più a est, tra 40 e 90 minuti in autobus, a seconda del traffico, Copacabana è stata una partenza pittoresca e un punto di arrivo per le gare di ciclismo su strada sia maschile che femminile, mentre la sua famosa spiaggia è la location di una straordinaria arena su misura Unibet per il beach volley. Eventi come la vela, il canottaggio e il nuoto maratona hanno avuto luogo, o lo faranno, nelle o nelle sue acque che sono così belle da guardare ma non così piacevoli da odorare o deglutire.David Florence e Richard Hounslow rivendicano Rio 2016 argento in canoa slalom Per saperne di più

Un breve salto lungo la metropolitana, poco più lungo la costa, è un’altra zona olimpica che ha bisogno di presentazioni. Maracanã ha inscenato la cerimonia di apertura nel suo iconico ed Unibet omonimo stadio locale ed è qui che il sipario scenderà sui Giochi domenica prossima.Nel frattempo, lo stadio olimpico Havelange della zona ospita gli eventi di atletica leggera, mentre la pallavolo olimpica, la pallanuoto e il tiro con l’arco sono anche in scena nelle vicinanze.

Infine, nel nord della città c’è Deodoro . La sede di una massiccia base militare situata tra due favelas, è senza dubbio la polvere dei rifiuti di Rio 2016. Tentativi, spesso difficili da raggiungere e con vari luoghi a diverse miglia di distanza, è evidentemente il posto in cui quegli sport che Unibet nessun altro luogo voleva fossero andati a morire.Se Deodoro fosse un cavallo da corsa avresti fatto la cosa umana: gettare una coperta su di essa prima di erigere gli schermi e raggiungere un fucile.

Il luogo per 11 diversi sport, quasi tutti di quelli che la lotteria dei biglietti di Londra 2012 sperava ardentemente di non averlo, la Deodoro è sede di sport equestri come il dressage, il salto ostacoli e gli eventi. Ospita BMX, mountain bike e slalom in canoa. È il posto dove Unibet andare a vedere shooting, hockey e rugby a sette. In quella che è quasi certamente la più dannosa accusa possibile di qualsiasi sede olimpica, ha disegnato la cannuccia che è il pentathlon moderno.

Non era destinato a essere così. La visione del 2009 per Deodoro ha suggerito che l’idea di far sì che le Olimpiadi si estendessero su un’area così vasta era che avrebbe costretto gli organizzatori a migliorare la rete di trasporti.Mentre la famosa linea della metropolitana 4 a Barra era finita appena in tempo, il resto di questa visione sembra essere stato ridotto al punto di essere abbandonato. Deodoro era destinato a ospitare il genere di sport in stile X-games che avrebbero Unibet attirato l’attenzione dei giovani e trasformato i capi della prossima generazione.Una nuova BMX e un centro per l’acqua bianca sono stati costruiti e si trovano in uno splendido isolamento a circa 30 minuti a piedi dal calore rovente della civiltà e della stazione più vicina. Quella Fiji ha gestito il Team GB per rivendicare il primo oro di rugby a sette anni Leggi di più

Un tre volte olimpionico che è arrivato quarto nella finale degli 800 metri vinta da Steve Ovett alle Olimpiadi di Mosca del 1980, Agberto Guimarães è il direttore sportivo di Rio 2016. “Mi piacerebbe vedere più persone qui”, dice di Deodoro. “Direi che dobbiamo lavorare un po ‘di più con i vicini qui e magari creare un programma sociale con la città e aiutarci ad Unibet organizzarci per portare qui la gente.”

I vicini di casa dei quali Guimarães parla i complessi limitrofi di Chapadão e Pedreira, due delle zone più violente della città.

Già in questi Giochi una pallottola vagante è stata trovata nella tenda dei media in un evento equestre, mentre un allenatore stava trasportando giornalisti dalla Unibet bonus pallacanestro di Deodoro l’arena di Barra da Tijuca è finita all’attacco a tarda notte.

Parlando al parco X, che nonostante tutta la sua inaccessibilità sembra grande e quasi sicuramente sarà ancora più bello quando sarà finita, Guimarães sembra orgoglioso del luogo come lo è della nuova strada che corre accanto ad essa. “È una bella strada che rimarrà come eredità”, dice.Alla domanda, se tra cinque o dieci anni potremo aspettarci di vedere un parco Rio X invaso dai graffiti e decrepito, immortalato nell’inevitabile saggio fotografico che descrive il triste Unibet declino di luoghi olimpici un tempo orgogliosi, Guimarães sembra leggermente ferito. “Spero di no”, dice. “Io non la penso così.”

Sventolando verso le acque agitate del corso di slalom in Unibet ponturi canoa dice: “Questo era l’unico posto aperto al pubblico prima dell’inaugurazione delle Olimpiadi”. Ulteriori indagini rivelano che tanti bambini locali si sono intrufolati per avvalersi delle costose strutture che il sindaco locale ha deciso di aprire come piscina.