Becker: l’allenatore mentale di Djokovic? So tutto, voglio proteggere Novak

Non ha granché ulteriori spiegazioni, ma è chiaro che l’allenatore Novak Djokovic Boris Becker nuovo membro del team Pepe Imaz non due volte. Secondo il quotidiano Bild, anche la sua ulteriore collaborazione con il mondo due è stata condizionata dalla scomparsa del mentore spagnolo dalla squadra. “Ho parlato con Novak per tre anni, e devo ammettere che mi diverte molto.”

Durante quel periodo abbiamo messo insieme sei Grandslames e sono convinto che altri arriveranno.Non mi pento affatto di questa stagione “, dice la sua permanenza al World due a due Becker.

La collaborazione di più, tuttavia, il sei volte vincitore del Grande Slam ha commentato evasivo. “Ne parliamo ancora, abbiamo UV un certo punto nel corso del dibattito e non posso non posso dire che cosa accadrà. Quindi, no, sì, o no, semplicemente non lo so ancora”.

Secondo le speculazioni, tedesco e media britannici ulteriormente la cooperazione condizionale solo mantenendo Pepe Image nella squadra. Ha assunto Novak Djokovic nella seconda metà della stagione, in particolare al fine di aiutarlo con l’aspetto mentale.

Ma Becker “guru intellettuale”, come era iniziato Imazu soprannome, la squadra la sua carica in ogni caso non vuole soffrire.Il ritiro immediato dello spagnolo ha dovuto chiedere dopo di lui, telefono Djokovic è congratulato con il suo compleanno devětačtyřicátým.

“Senti, so come funzionano le cose all’interno della squadra. So tutto su di esso. Il suo giocatori massima Inoltre, per me confortato con lui, ma voglio proteggerlo, non voglio fare nulla che avrebbe fatto male più di dirti, “continuò cialda con successo tre volte campione di Wimbledon

Becker:. Quando la muffa? Capita a tutti

“La prima metà della stagione siamo andati fantasticamente, è stato un enorme successo. Novak realizzato un sogno vincendo l’Open di Francia. Ma io Madrid e Roma visto qui un altro Murray, molto più forte che mai “, continua la leggenda tedesca.Murray ha vinto entrambi i tornei).

E continua. “Che poi è successo Novak conosce ogni atleta. Quando ancora una vittoria, anche se è grande, ma a poco a poco ci si stanca fisicamente e mentalmente. Questo è quello che è successo dopo l’Open di Francia. Egli ha il diritto di pagare avere un po ‘di tempo su altre cose , la mia famiglia non è qui solo da tennis. Se si vuole essere un campione, devi essere egoista, pensando solo a se stesso, ma non si stancherà “, dice Becker.

come un esempio di ciò che un atleta fa fisica e stanchezza mentale, dando Björn Borg, che si è ritirato a 26 anni e Andre Agassi, che ha dovuto passare da tennis per un lungo periodo di tempo per rilassarsi. Ma ha sbagliato ancora più famosa nomi di altri sport.

“Guarda Tiger Woods e Lionel Messi.Forse Messi è stato completamente giù per il campionato del mondo due anni fa. Si tratta di un declino naturale in forma e la stanchezza ha colpito tutti, “un chiaro ex numero uno del mondo.

A proposito di suoi reparti in vista della prossima stagione, però, non c’è dubbio.” Non sto dicendo che sarà vincere tutto. Ma sarà molto più concentrato sul tennis che nel secondo semestre dell’anno, non ho assolutamente convinto “un chiaro Becker.

Il ritorno dei grandi rivali Djokovičových dal passato, Federer e Nadal sono senza paura.” Il tempo non si ferma , Non credo più che regnerà “Big Four”. Al piano di sopra ci saranno Djokovic e Murray. Poi c’è una giovane generazione come Thiem, Kyrgios, Raonic e persino Goffin. Ma ce ne saranno altri “, conclude Boris Becker.